Benvenuti nel blog della rivista Fatti e Pensieri.

Pompei, Villari: ''Priorità è la messa in sicurezza, da Ue buone notizie per i fondi''

NAPOLI - Nuovo sopralluogo questa mattina da parte del sottosegretario ai Beni culturali Riccardo Villari a Pompei, sul luogo in cui ieri si è verificato il crollo di una parte del muro romano che cinge l'area nord degli Scavi, nei pressi di Porta Nola. Con lui la soprintendente delle aree archeologiche di Napoli e Pompei, Teresa Elena Cinquantaquattro.

"Speriamo si possa intervenire rapidamente per effettuare il dissequestro dell'area", spiega all'Adnkronos Villari, che ieri si è detto amareggiato per essere stato avvertito in ritardo del crollo: "La priorità ora è limitare il danno e ultimare la messa in sicurezza, poi nelle sedi giuste questo argomento andrà chiarito. Non avrebbe certo impedito il crollo - ribadisce - ma è una procedura insoddisfacente".

Quirinale: Napolitano consegna onorificenze Cavalieri Lavoro


Si e' svolta questa mattina al Palazzo del Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine 'Al Merito del Lavoro' ai Cavalieri nominati il 2 giugno 2011. Erano presenti il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il vice presidente del Senato Vannino Chiti, il vice presidente della Camera Antonio Leone, il vice presidente della Corte costituzionale Alfio Finocchiaro, il ministro della Giustizia Francesco Nitto Palma, il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, il Consiglio direttivo della Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro e altre autorita' . Nel corso della cerimonia ha preso la parola il presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Benito Benedini. "E' necessario a urgente che il governo presenti e faccia approvare un piano realistico, possibilmente condiviso, per lo sviluppo e la crescita e torni soprattutto a fare politica industriale". E' quanto ha chiesto Benedini nel suo intervento nel Salone dei Corazzieri al Quirinale, presente il capo del governo Silvio Berlusconi, chiedendo che "in tempi rapidissimi si prendano decisioni che sono improcrastinabili anche se talvolta impopolari".


Maltempo/Toscana: Rossi, impossibile prevenzione con taglio 90% fondi

FIRENZE - ''Tremonti e Berlusconi hanno tagliato il 90% della spesa per l'ambiente. Come si fa a fare prevenzione con il 90% in risorse in meno?''. A dirlo e' Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook a proposito dell'alluvione che in Lunigiana ha causato due morti. ''Adesso - afferma Rossi - dobbiamo occuparci dell'emergenza, di aiutare le persone in difficolta', di ripristinare i servizi interrotti''. ''Sulla prevenzione, nonostante i tagli, la Toscana nel 2010 ha impegnato 60 milioni, per il 2011 possiamo impegnarne solo 15 a causa dei vincoli del Patto di Stabilita'. A noi - attacca il governatore - impediscono di interveniere e contemporaneamente Tremonti e Berlusconi hanno tagliato il 90% della spesa per l'ambiente. Solo una decina di giorni fa il Ministro dell'Ambiente ha minacciato di votare contro la manovra per i tagli alla spesa del suo ministero. Dite, voi come si fa a fare prevenzione con il 90% in risorse in meno''. (ASCA)

Stabilita': Franco (PD), altri tagli a scuola e atenei per 131 mln

ROMA - ''Il ministro Gelmini mentiva oppure non sapeva, fatto sta che, con la legge di stabilita' sono in arrivo altri tagli per la scuola, l'universita' e la ricerca pari a 131 milioni di euro''. Cosi' la senatorice Pd, Vittoria Franco. ''Si tratta di un colpo mortale al sistema dell'istruzione e dell'alta formazione, il contrario esatto di quanto ci chiede l'Europa e di quanto stanno facendo altri Paesi, cioe' investire sui giovani e sul sapere'' aggiunge la componente della commissione Istruzione. ''Gelmini prenda atto che per il suo governo conta come il due di coppe - aggiunge -. Nella legge di stabilita' in discussione al Senato sono previsti, tra l'altro, 93 milioni di euro di tagli all'istruzione, 20 milioni all'universita', 16 milioni di fondi da ripartire, 300 unita' dirigenziali in meno nella scuola, il blocco degli scatti di carriera anche per i docenti dell'Alta formazione artistica e musicale, 1 solo anno sabbatico ogni 10 anziche' ogni 5 per i professori universitari e tante altre misure negative''. (ASCA)

Ad Alba è in scena il tartufo bianco

Fino al 13 novembre tante degustazioni sfiziose dedicate ai buongustai

Torna protagonista nelle stradine di Alba il Tuber magnatum Pico. La città del cuneese ospita fino al 13 novembre l'81/ma edizione della Fiera internazionale del tartufo bianco d'Alba, una kermesse storica che quest'anno punta sul connubio inedito tra il prezioso fungo e la pasta secca e introduce la novità dei "sabati foodies" dedicati alle specialità del territorio.

Gli chef, abituati ad accostare il tartufo bianco alla pasta all'uovo, si cimenteranno con la pasta secca, quella che ogni giorni giorno finisce sulle tavole degli italiani. Le sperimentazioni porteranno a ricette innovative, come le mezze maniche al sugo di tartufo nero, ragù crudo di fassona, tartufo bianco d'Alba e acciuga.

Al Pisa Festival Book di scena la Pasta d'Autore

Per la prima volta manifestazione letteraria ha spazio gourmand



Rubrica di Alessandra Moneti

L'appetito vien leggendo al Pisa Festival Book (www.pisabookfestival.it), la manifestazione letteraria che, nella citta' della torre pendente, si svolge tra il Palazzo dei Congressi e la Stazione Leopolda (editoria per ragazzi). Un appuntamento che quest'anno, alla nona edizione, si presenta particolarmente interessante con oltre 300 eventi, i libri di 180 editori, e novita' di questa edizione uno spazio gourmand in cui si alterneranno chef famosi che delizieranno i visitatori con numerosi showcooking. Tra gli ospiti d'eccezione, lo chef Gennaro Esposito che a Pisa interverrà alla presentazione del libro "Pasta d'Autore" (Agra Editrice). Arrivando a Pisa sarà possibile anche incontrare scrittori francesi che saranno presenti nello stand della Francia, Paese ospite del Pisa Book Festival 2011.

Per chi parte da Roma, invece di raggiungere singolarmente Pisa, ci sarà la possibilità di partecipare all'iniziativa "In viaggio con lo scrittore" promossa dal periodico free press 'Leggere:tutti' (www.leggeretutti.it) sabato 22 e domenica: un pullman dove condividere il viaggio con gli scrittori, a partire da Lucilla Noviello, autrice del libro 'L'amore in nero' (Zines), e la scrittrice Benedetta Gaia Cosmi che nel corso del viaggio intratterrà i partecipanti con la presentazione e la lettura di alcuni brani del suo libro "Comunicare" (Albatros). (ANSA)

Mare di autunno a Positano

Weekend nel borgo simbolo della costiera amalfitana

di Ida Bini

"La spiaggia di Positano avrà locali aperti tutto l’inverno, così come il resto del paese che sta facendo di tutto per prolungare la propria stagione turistica fino al periodo natalizio". Le parole di Michele De Lucia, sindaco di Positano, svelano l’ambizioso progetto del borgo in provincia di Salerno, tra le più belle mete della Costiera amalfitana: avere una stagione invernale che sia il proseguimento di quella estiva, non solo per motivi di clima.

Obiettivo sul Patrimonio

Centocinquanta anni di immagini dei Siti UNESCO italiani



di Cristiano Camera

Dalle Dolomiti all'Orto botanico di Padova, dalle Cinque Terre alla Val d'Orcia, dalla Costiera amalfitana alle Isole Eolie. Ma anche i Trulli di Alberobello, i Sassi di Matera, il centro storico di San Gimignano e quello di Siena, per citare solo alcune delle tante località presenti in Obiettivo sul Patrimonio, Centocinquanta anni di immagini dei Siti UNESCO italiani, il volume dell'Istituto Centrale Catalogo e Documentazione (ICCD) che accompagna la mostra itinerante patrocinata al Ministero degli Affari Esteri, dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. Si passa dal puro paesaggio naturale, agli insediamenti contadini, alle capitali millenarie, all'architettura e all'archeologia nella selezione di immagini dei siti italiani UNESCO, tratte dalle collezioni ICCD, e che coprono un arco temporale di centocinquanta anni: dalle foto storiche degli anni '50 dell'Ottocento, che rappresentano pezzi unici di valore inestimabile, alle stereoscopie, alle cartoline d'epoca, alle foto aeree, alle foto delle ultime campagne. Queste immagini, efficaci esempi del valore documentario della fotografia e dello sviluppo delle tecniche fotografiche, testimoniano l'interesse che questo strumento ha fin dalle sue origini riservato al patrimonio italiano.

Vaccino rallenta cancro ai polmoni

Test positivi di scienziati francesi su 148 pazienti in fase avanzata di malattia


ROMA - Il cancro ai polmoni più comune, quello a cellule non piccole, potrebbe essere battuto con un vaccino che indichi al sistema immunitario del paziente la strada per attaccare e uccidere le cellule malate. E' la prospettiva che si intravede dai risultati positivi di una sperimentazione clinica su 148 pazienti in stato avanzato di malattia, risultati resi noti sulla rivista Lancet Oncology.

Telefonini assolti, non causano tumore al cervello

Studio su oltre 358mila persone, salute monitorata per una media di 18 anni

ROMA - C'é chi vive col telefonino in mano, chi il telefono fisso non si ricorda più cos'é: l'uso dei telefonini è così invalso in tutti i campi della nostra vita e a più riprese ci si è chiesto se le onde emesse dai cellulari siano pericolose per la salute. Ma forse il pericolo è scongiurato, i telefonini non aumentano il rischio di cancro al cervello o più in generale al sistema nervoso centrale, anche se li si utilizza abitualmente da oltre 10 anni. Il dato rassicurante arriva da un maxi-studio dalle dimensioni senza precedenti sia per numero di individui considerati sia per gli anni di durata dello stesso, condotto in Danimarca da Christoffer Johansen della Cancer Society di Copenhagen (già autore di altri studi sul tema) e Patrizia Frei dell'istituto di Epidemiologia dei Tumori di Copenhagen. L'indagine epidemiologica, che ha coinvolto 358.403 possessori di telefonini seguiti mediamente per 18 anni, è stata pubblicata sul British Medical Journal. Lo scorso maggio l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), facente capo all'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha dichiarato che le onde radio di frequenza compatibile con quella delle onde emesse dai telefoni cellulari sono potenzialmente cancerogene, assegnando alle onde dei telefonini una pericolosità di livello 2B.

Diabete si combatte a tavola, cibi giusti dimezzano rischio

Esperti, mangiare cereali integrali

ROMA - Il diabete si previene a tavola: una dieta corretta diminuisce il rischio di sviluppare la malattia e aiuta chi soffre del tipo 2 a tenere controllata la glicemia. A sostenerlo gli studi su alimentazione e diabete discussi al convegno della Societa' italiana di diabetologia. L'esempio migliore in natura sono i cereali integrali: se meta' della quota di cereali introdotti nella dieta quotidiana deriva da prodotti non raffinati il rischio di ammalarsi di diabete tipo 2 cala del 20-30%. (ANSA)

Trapianti: mamma dona fegato, salva figlia di 18 mesi

ROMA - Una bimba di un anno e mezzo e' salva grazie ad un trapianto di fegato da vivente: la madre le ha donato una parte del suo organo. L'intervento, il primo del genere nel Lazio, e' stato effettuato il 5 ottobre all'ospedale Bambino Gesu' Di Roma. La mamma, di 24 anni, ha offerto parte del suo fegato alla figlia affetta da cirrosi biliare, una malattia terminale del fegato la cui unica soluzione terapeutica è la sostituzione dell'organo.

Il trapianto ha impegnato le equipe trapiantologiche del Bambino Gesù per 10 ore. La mamma ha donato il secondo e il terzo segmento (su otto, di un fegato intero) corrispondenti al lobo epatico sinistro, quello più piccolo. Sia la mamma, sia la piccola hanno superato senzaproblemi le rispettive operazioni e stanno bene. Grazie a questo intervento, sottolinea l'ospedale pediatrico, la paziente potràriprendere a condurre una vita normale.

Dal 1992 ad oggi Assisi si è abbassata di 15 centimetri

Il movimento è stato osservato dai satelliti


Assisi, la città di S. Francesco visitata da milioni di turisti e pellegrini, sta lentamente affondando: 15 centimetri in poco meno di 20 anni, al ritmo di 7,5 millimetri l'anno. Lo rivelano i dati dei satelliti, raccolti dall'Agenzia spaziale europea (Esa), elaborati dall'Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell'ambiente (Irea).

I dati sono stati presentati nel centro di ricerca sull'osservazione della Terra, l'Esrin, a Frascati (Roma). I dati, raccolti nell'arco di 20 anni, hanno permesso di ricostruire l'evoluzione storica dei territori verificando la presenza di alcuni movimenti anche in zone sensibili. ''Abbiamo potuto misurare le deformazioni che interessano Assisi'', ha spiegato Michele Manunta, ricercatore del Cnr-Irea, ''verificando che in particolare una frana, già da anni sotto controllo, è scivolata dal 1992 di circa 15 centimetri''. Si tratta della frana di Ivancich, la più temuta e controllata delle molte che interessano la città umbra e che da anni si tenta di mettere in sicurezza.

Scoperto il segreto dei panda

Scoperti i batteri che li aiutano a digerire il bambù

Scoperto il segreto del panda gigante: deve ringraziare i batteri che popolano il suo intestino se riesce a sopravvivere con una dieta basata esclusivamente sul bambù. La scoperta, annunciata sulla rivista dell'Accademia delle Scienze Americane (Pnas) si deve a uno studio condotto dall'Istituto di Zoologia dell'Accademia cinese delle scienze.
Le abitudini del panda gigante, i cui tratti intestinali sono simili a quelli dei carnivori, sono state a lungo un mistero per i ricercatori. Questo animale, un orso onnivoro che consuma circa 12 chilogrammi di bambù al giorno, non ha infatti gli enzimi cruciali che aiutano gli erbivori a digerire la cellulosa e l'emicellulosa delle piante, il principale componente di una dieta basata sulle fibre. Il mistero ora è stato risolto grazie allo studio coordinato da Fuwen Wei che ha analizzato campioni fecali di panda gigante che vivono in cattività e allo stato selvatico. I ricercatori hanno individuato ben sette ceppi di batteri strettamente imparentati al batterio Clostridium che riesce a digerire la cellulosa.

Il panda gigante, insolito carnivoro che si nutre quasi esclusivamente di bambù, hanno osservato gli esperti, riesce a sostenere le sue abitudini alimentari grazie a questi batteri, che lo aiutano a digerire la cellulosa e ad altri adattamenti, come gli pseudo-pollici, i denti e i muscoli della masticazione molto robusti e alla secrezione di abbondante muco intestinale. (ANSA)
Pesa 22 kg, monta ruote da 26 pollici

Si chiama eBike, e' la bicicletta elettrica della Smart, riciclabile al 100%, presentata in anteprima nazionale, a Viterbo, nell'ambito del convegno 'Ecoincentriamoci', organizzato dal bimestrale Eco-news, con il patrocinio di ministero dell'Ambiente, Regione Lazio, Provincia e Comune di Viterbo. L'eBike, in commercio dalla metà del 2012, è dotata della funzione di recupero di energia e ha un ingresso per smartphone, che una volta montato sul manubrio funge da cruscotto, con tanto di tachimetro e navigatore. L'assistenza alla pedalata, fornita da una piccola batteria agli ioni di litio da 36 Volt e 9,6 Ah, che può essere ricaricata in due ore, viene automaticamente disattivata quando si raggiungono i 25 km orari. La eBike pesa 22 kg, monta ruote da 26 pollici e due fari a Led, uno anteriore e l'altro posteriore.

Kyoto: Italia fatica su target 2012

Ue pensa a fase 2

Mentre l'Italia, insieme ad Austria e Lussemburgo, arranca per raggiungere gli obiettivi di Kyoto, l'Unione europea supera l'esame, pensa ai suoi obiettivi per il 2020 e alla possibile seconda fase del protocollo sul clima.

Secondo i dati preliminari dell'agenzia europea per l'ambiente, l'Italia finora ha fermato i suoi tagli della CO2 al 4,8% rispetto ai livelli del 1990, contro la riduzione del 6,5% sottoscritta nell'ambito del protocollo di Kyoto. Il rischio è che i risultati dei tre paesi in ritardo nel tagliare le emissioni di CO2 compromettano il raggiungimento dei target europei del 2020, che prevedono la riduzione del 20% della CO2, del 20% dei consumi di energia e una quota del 20% di consumi da rinnovabili.

A Vittoriano 300 foto inedite sbarco alleati ad Anzio

A distanza di quasi 70 anni una mostra ricostruisce quei giorni drammatici


ROMA - Alle 2 del mattino del 22 gennaio 1944 le truppe alleate sbarcavano sul litorale romano, nei pressi di Anzio e Nettuno. L'operazione, pensata per aggirare le linee difensive tedesche e arrivare nella Capitale, fu di fondamentale importanza per il proseguimento della II Guerra Mondiale ma rappresento' un evento epocale anche per il territorio.

Fausto Manara insegna alle coppie ad essere felici

ROMA - ''Amici, nemici, amanti possibili'' e' il titolo del libro da Fausto Manara, pubblicato dalla Sperling & Kupfer, sul segreto delle coppie felici. Secondo l'autore, psichiatra e psicoterapeuta, bisogna abbandonare i ruoli e le maschere e seguire gli istinti e le esigenze emotive.

Per gran parte delle persone, vivere in coppia e' noioso. Per tanti altri e' insopportabile. Perche' la noia, la solitudine e il risentimento sono tanto diffusi anche fra uomini e donne che hanno conosciuto la passione e hanno fatto progetti di vita in comune. Attingendo alla sua lunga esperienza di psicoanalista e terapeuta della coppia, Fausto Manara mostra come troppe unioni siano minacciate, fin dall'inizio, da un ''peccato originale'': gli sforzi per compiacere il compagno o, al contrario, per controllarlo, le dispute sterili, la permalosita', il sesso obbligato.

Ma la formula della felicita' della vita a due non consiste in una forzata armonia. Solo due persone capaci di lasciare al partner libero accesso al proprio mondo emotivo, con le sue zone luminose e opache, possono raggiungere, o ritrovare, insieme la complicita' e l'intimita' che legano fra di loro gli amanti. (Adnkronos)

“Il Principe fulvo” di Salvatore Silvano Nigro

ROMA - ''Il Principe fulvo'' di Salvatore Silvano Nigro, e' un saggio sulla vita e le opere di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che vuole essere letto come un racconto. Pubblicato dalla Sellerio Editore, si avvale di molti documenti inediti, che permettono di ricostruire gli avventurosi anni giovanili dello scrittore in giro per le capitali europee: la sua vocazione burlesca, le sue passioni artistiche, i suoi rapporti con la politica, i suoi tentativi per salvare degli amici ebrei dopo la promulgazione delle leggi razziali.

Il libro mette in correlazione la scrittura del Gattopardo con le opere della biblioteca dell'autore. Per questa via, 'Il Gattopardo' viene raccontato non come un romanzo storico ma come un romanzo fantastico e allegorico, dentro il quale si muovono animali imprecanti e statue animate legate alla simbologia borbonica. Anche le architetture, gli affreschi, i quadri e le suppellettili tutte, hanno funzione di ''personaggi'': agiscono nel romanzo, e fanno sentire la loro ''voce''.

Questo racconto di un romanzo si apre alla storia dell'arte, e mette le vicende del Gattopardo a stretto contatto con le opere scultoree, pittoriche e architettoniche della Palermo ottocentesca; e svela, del romanzo di Tomasi di Lampedusa, segreti mai sospettati. Salvatore S. Nigro, nato a Catania, critico militante di ''Paese Sera'' e redattore presso Laterza, ha insegnato, oltre che all'Universita' di Catania, a Parigi (alla Sorbonne e all'E'cole Normale Supe'rieure), a Tours (Universite' Rabelais), a New York (New York University), a Bloomington (Indiana University), a Pisa (Scuola Normale Superiore). (Adnkronos)

Maurizio Cattelan si racconta in “Un salto nel vuoto”

ROMA - Giovanni Paolo II colpito da un meteorite. La scritta Hollywood sistemata sopra una discarica vicino a Palermo. Un gigantesco dito medio davanti al palazzo della Borsa a Milano. Sono solo alcuni degli assalti al perbenismo e al senso comune realizzati da Maurizio Cattelan durante la sua lunga carriera. Tra gli artisti contemporanei piu' famosi nel mondo, Cattelan e' uno dei piu' inafferrabili ed e' sempre stato uno dei piu' restii a raccontarsi al pubblico. Persino le sue interviste vengono da anni costruite da una sua persona di fiducia. Per questo il suo unico libro 'Un salto nel vuoto' pubblicato da Rizzoli, rappresenta un evento mondiale.


Realizzato a partire da una serie di conversazioni con Catherine Grenier, racconta la sua vita e la sua carriera: i traumi dell'infanzia, l'emancipazione precoce, l'aspirazione radicale alla liberta', l'incontro con l'arte, la paura della perdita e del fallimento, l'ossessione dell'immagine. Dopo anni di silenzio, Cattelan prende la parola senza mezze misure in un vero e proprio ''salto nel vuoto'' con cui si consegna al pubblico dei lettori. Il risultato e' l'autoritratto in forma di parole di un uomo che ''voleva sopra ogni cosa essere libero''. (Adnkronos)

“Il silenzio dell'onda” di Gianrico Carofiglio

ROMA - Una donna in fuga dal suo passato. Un bambino in fuga dalla realta', tra sogni e incubi. Un uomo inchiodato a una colpa remota. Tre vite intrecciate per il nuovo, attesissimo romanzo di un protagonista della narrativa italiana nel libro di Gianrico Carofiglio 'il silenzio dell'onda' pubblicato da Rizzoli.

Da mesi, il lunedi' e il giovedi', Roberto Mari'as attraversa a piedi il centro di Roma per raggiungere lo studio di uno psicanalista. Si siede davanti a lui, e spesso rimane in silenzio. Talvolta i ricordi affiorano. E lo riportano al tempo in cui lui e suo padre affrontavano le onde dell'oceano sulla tavola da surf. Lo riportano agli anni rischiosi del suo lavoro di agente sotto copertura, quando ha conosciuto il cinismo, la corruzione, l'orrore. Fuori, ma anche dentro di se'.

Di professione fantasma, ha imparato a ingannare, a tradire, a sparire senza lasciare traccia. Una vita che lo ha ubriacato e travolto. Le parole del dottore, le passeggiate ipnotiche in una Roma che lentamente si svela ai suoi occhi, l'incontro con Emma, come lui danneggiata dall'indicibilita' della colpa, gli permettono di tornare in superficie. E quando Giacomo gli chiede aiuto contro i suoi incubi di undicenne, Roberto scopre una strada di riscatto e di rinascita. (Adnkronos)

Al via a Palermo il Festival Mondello Giovani

PALERMO - Al via a Palermo il 4, 5 e 6 novembre la quarta edizione del MondelloGiovani, il festival della letteratura giovane, promosso dalla Fondazione Banco di Sicilia e nato dal Premio Letterario Internazionale Mondello.

Gli spunti di riflessione proposti per l'edizione di quest'anno sono le suggestioni del tempo e del viaggio: un tempo reale, ma insieme metafora che racchiude in se' passato, presente e futuro e che, percio', puo' anche andare oltre gli avvenimenti stessi per trascenderli e sublimarli nel nome della letteratura.
Nella 'tre-giorni' del festival sono in programma letture di brevi passi scelti da alcune recenti opere di giovani scrittori che si sono affermati al grande pubblico, ma anche talk show, momenti di confronto ed esibizioni musicali, come occasioni di coinvolgimento della citta' e in particolare dei giovani. (Adnkronos)

Mostre: a Roma un inedito Lucio Battisti pittore


Undici quadri dipinti da Lucio Battisti fra il 1969 e il 1972, e le prime tre chitarre acquistate del cantautore ancora minorenne, prima della sua partenza per Milano sono esposte nella mostra presso lo spazio espositivo AuditoriumArte dell'Auditorium Parco della Musica di Roma. La mostra 'Battisti, il tratto delle emozioni' e a cura di Gianni Borgna e Carla Ronga, e è stata prodotta dalla Fondazione Musica per Roma. Le tele, che hanno per titolo quello delle canzoni interpretate o comunque musicate dall'artista, sono state concepite dopo ore passate a tormentare le corde della chitarra, quando a volte Battisti, come ha raccontato la sorella Albarita, si chiudeva in cucina e su mezzi di fortuna si metteva a dipingere creando i suoi quadri. I temi delle opere sono intrinseci ad alcune canzoni: si passa dai colori intensi e solenni della 'Collina dei Ciliegi' alle sovrapposizioni e sfumature di 'Sognando e Risognando', dal particolare di 'Una Giornata Uggiosa', monotona, triste, dove tutto e' uguale e ripetitivo, all'universalita' de 'La Macchina del Tempo', con i suoi colori forti, decisi e i suoi numeri grandi e violenti attorno ad una carcassa di sveglia.

Antonacci, uscito la settimana scorsa l'album “Colosseo”

ROMA – È uscito la settimana scorsa “Colosseo”, il primo album interamente dal vivo di Biagio Antonacci, composto da cd e dvd (etichetta Basta, Edizioni Musicali /Sony Music), tratto dallo spettacolo musicale “Biagio Antonacci Colosseo Concerto per l'Unesco”, organizzato dalla Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, in collaborazione con il ministero per i Beni e le Attivita' Culturali e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma.
L'album, ripreso e registrato completamente in diretta a Roma il 3 luglio 2011, all'interno del Coloseo, e' un documento unico per l'esclusivita' delle atmosfere e per la rarita' delle immagini che hanno avvolto il concerto di un cantautore italiano, dal momento che sino ad ora nessun altro artista ha mai registrato, all'interno del celebre Anfiteatro Flavio, un live ai fini della relativa pubblicazione.
Antonacci aveva elaborato per l'occasione un suggestivo concerto semi-acustico, creato ad hoc nel pieno rispetto dell'incommensurabile valore del sito Patrimonio dell'Umanita' e tenendo conto delle ineguagliabili atmosfere dell'arena piu' famosa del mondo. Suonando e cantando accompagnato da violini, chitarre, percussioni e poco piu', attorniato dalla magica ed esclusiva scenografia naturale del Colosseo, cui sono stati aggiunti solo pochi giochi di luce. (Adnkronos)

Zero Assoluto, romanticismo vintage a Londra nel nuovo video

ROMA - Romanticismo puro in stile retro' per gli Zero Assoluto, che scelgono la Londra suggestiva e multiculturale come sfondo al loro nuovo video "Se vuoi uccidimi". La clip del terzo singolo estratto dall'album "Perdermi", uscito a fine maggio su etichetta EMI Music Italy, e' dalla settimana scorsa disponibile sul canale Youtube ufficiale “Zero Absoluto Channel”.
Abbandonati i toni spensierati ed elettronici dell'estate che avevano accompagnato le due hit precedenti "Questa estate strana" e "Perdermi", gli Zero Assoluto si immergono nelle atmosfere romantiche e creative della londinese Brick Lane per accompagnare le deliziose note di "Se vuoi uccidimi". Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi accolgono cosi' l'autunno con una preziosa ballata dove il pianoforte e la chitarra acustica scandiscono i dolci suoni del brano. A fare da sfondo alle armonie del pezzo, le immagini del cuore pulsante della East London, dove l'atmosfera multiculturale che vibra nella strade di questa suggestiva periferia, che inizia dove finisce il traffico frenetico della "city", viene riproposta anche dagli stessi protagonisti del video: quattro ragazzi che si incontrano e scontrano tra le vie della citta'. (Adnkronos)

Poker Italia tra famiglia e memoria

A Festival Film di Roma Avati, Cotroneo, Mezzapesa e Spada in corsa per Marc'Aurelio


di Francesco Gallo

Il poker italiano dei film in corsa per il Marco Aurelio d'Oro alla sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma (27 ottobre - 4 novembre) ha nel suo Dna famiglia e ricordo. Una cosa che vale per 'La kriptonite nella borsa' di Ivan Cotroneo, 'Il cuore grande delle ragazze' di Pupi Avati, 'Il mio domani' di Marina Spada e 'Il paese delle spose infelici' di Pippo Mezzapesa. Intanto c'e' Avati che con 'Il cuore grande delle ragazze' mette in scena la storia dei suoi nonni. La pellicola, interpretata da Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini - nell'insolita veste di attore - racconta infatti la storia d'amore che si svolge negli anni Trenta tra una timorata ragazza di buona famiglia e di un mascalzone molto donnaiolo.

MODA: Dai capelli cotonati al taglio alla “garcon”, Sergio Valente 50 anni di storia al femminile

Capelli cotonati, lisci, cortissimi, taglio alla 'garcon', lunghi, arricciati, con torchon d'oro o mossi da leggere onde, trattenuti da preziosi de'cor, nascosti da voile. I capelli simbolo di una societa', di un mondo in evoluzione, specchio dei tempi, dei mutamenti sociali con un regista d'eccezione, Sergio Valente, hair stylist di fama internazionale, da 50 anni al servizio delle donne e della bellezza. Il suo atelier di via Condotti punto di incontro, luogo di approdo delle ladies piu' aristocratiche e sofisticate. Soraya, Lee Radzwill, sorella di Jacky Kennedy, le principesse Ira von Furstenberg e piu' tardi Vittoria Odescalchi, Christine Theodoli e Dalma Saint-Just accanto a celebri attrici e star di Hollywwod. Tra queste, Rosanna Schiaffino, Sylvia Koscina, Ornella Vanoni, Florinda Bolkan e Carol Alt, Romy Schneider e Rina Morelli, Andrea Strelher e Valentina Cortese, ma anche Brook Shield, Catherine Deneuve, Silvana Mangano, le star della canzone Shirley Verret, Raina Kabaivanska, Renata Scotto, Katia Ricciarelli, la signora della moda Diana Vreeland, Sharon Stone, Maryl Strep, Ellen Mirren, Charlitze Theron, le top model piu' acclamate. Ludina Barzini, Carla Bruni- Tedeschi oggi signora Sarkozy, Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Helena Christensen. Sergio Valente in tutti questi anni e' stato consigliere attento e temuto. Ha decretato mode, lanciato stili e tendenze, sempre al passo con i tempi. ''Istantanee di un Roma che purtroppo oggi non esiste piu' - ha raccontato il noto hair stylist- Quando ho cominciato, accanto al mio maestro Filippo, ricordo che in via Condotti c'erano solo donne molto belle, molto eleganti, indossavano tutte abiti haute couture, anche di giorno, con una attenzione particolare ai capelli.

Morto Damiano Russo attore de “I Liceali”

Giovane e' deceduto a Roma dopo incidente in moto

di Mauretta Capuano

Come l'adolescente Carletto che in 'Tutto l'amore che c'e'' va via di casa per seguire il suo sogno d'attore, Damiano Russo, morto a 28 anni in un incidente stradale in moto a Roma, aveva lasciato Bari, la sua citta' d'origine, per fare il cinema. Sulla pagina Facebook stanno arrivando tantissimi messaggi di solidarieta' da fan, amici e colleghi. Proprio con 'Tutto l'amore che c'e'' di Sergio Rubini, ambientato negli anni Settanta in un paese immaginario, Russo fece scoprire nel 2000 le sue doti di attore interpretando a 15 anni l'alter ego del regista, accanto a Gerard Depardieu e Margherita Buy. Un ruolo che gli valse il premio Capitello d'Oro al Sannio Film Festival e la nomination al Globo d'oro come migliore attore esordiente e che, come aveva piu' volte detto, gli aveva fatto capire quali erano le sue passioni. Ma, il suo debutto sul grande schermo era avvenuto a 13 anni nel film 'Io non ho la testa' di Michele Lanubile, ambientato nel XIII secolo, ai tempi di Federico II.

Gabriella Pession in film alla Frank Capra

di Alessandra Magliaro
ROMA - ''Una commedia romantica che spero faccia sognare, un antidoto a questi brutti tempi'': Giorgio Capitani, tra i piu' noti registi della fiction italiana dal Maresciallo Rocca a Callas e Onassis, spera di fare centro con Dove la trovi una come me?, la miniserie in onda su Rai1 domenica e lunedi' con protagonista Gabriella Pession.

''Per motivi tecnici'' la Rai ha cancellato la presentazione alla stampa e Capitani, classe 1927 e decine e decine di film all'attivo, e' dispiaciuto. Non sara' un altro segno di poca attenzione per la fiction? ''Mi auguro di no, certo che la promozione oggi e' scarsa e se una fiction fa il 18% e' un gran successo, certe volte ripensando ai grandi numeri delle serie tv italiane, alcune anche con il mio nome, mi sembra di essere in un incubo. Se - spiega Capitani all'ANSA - la fiction non chiama piu' come un tempo forse e' la tv stessa a chiamare di meno il pubblico''.

Bolshoi torna zarista e veste “italiano”

Tessuti rubelli e mosaici veneziani. La “Scala” il 22 novembre


di Claudio Salvalaggio

Con un esclusivo gala concerto e un parterre di teste coronate, capi di Stato e di governo e tanti altri vip selezionati direttamente dal Cremlino, il mitico teatro Bolshoi ha aperto i battenti venerdi' scorso, dopo l'ultimo e piu' imponente restauro della sua storia, durato sei anni e costato finora almeno 580 milioni di euro, anche se gli esperti di settore parlando di una cifra doppia. Rinascera' nella sua versione imperiale ottocentesca dopo aver cancellato i retaggi sovietici, a partire da falce e martello. A fare gli onori di casa sara' il presidente Dmitri Medvedev con la moglie Svetlana, presente anche il premier Vladimir Putin.

Una tomba etrusca ricostruita in 3D

Realizzata dal Cnr, in mostra ad Amsterdam e a Leiden



ROMA - Entrare nella tomba etrusca con gli occhi dei suoi scopritori, ammirando il prezioso corredo funebre al suo posto, intatto, come quando fu aperta per la prima volta nel 1836. Un'esperienza possibile grazie alla ricostruzione virtuale realizzata dall'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Consiglio nazionale delle ricerche (Itabc-Cnr), ospitata in due mostre olandesi dedicate agli Etruschi ad Amsterdam e a Leiden.

Architettura: la Sagrada Familia di Gaudi' entra in San Pietro

La visionaria Sagrada Familia dell'architetto catalano Antoni Gaudi' (1852-1926) entra a San Pietro.La Basilica di San Pietro, nell'area espositiva del Braccio di Carlo Magno, accogliera' infatti dal 24 novembre prossimo al 15 gennaio 2012 la mostra 'Gaudi' e la Sagrada Fami'lia. Arte, scienza e spiritualita''.La Fundacio' Sagrada Fami'lia, la Fundacio' Joan Maragall e AC/E. Accio'n Cultural Española, stanno definendo gli ultimi dettagli per far conoscere in Vaticano l'opera di Gaudi', il cui riconosciuto valore artistico e l'innegabile impronta cristiana della sua opera ben si sintetizzano nel suo capolavoro assoluto: la Sagrada Fami'lia. (Adnkronos)

Arezzo celebra Vasari: artista, uomo e storiografo

Un luogo in cui rifugiarsi tra un viaggio e l'altro: Arezzo non fu per il Vasari semplicemente la città natale con la quale mantenne sempre un legame fortissimo, ma fu soprattutto un luogo dove tornare nei momenti di difficoltà. A cinquecento anni dalla nascita la città toscana ripercorre la vita e l'opera del biografo degli artisti per antonomasia, presentandolo a sua volta sia come artista e grande tecnico, sia appunto come storiografo, con la sua orgogliosa certezza del primato dell'arte toscana. La mostra "Giorgio Vasari Disegnatore e Pittore. "Istudio, diligenza et amorevole fatica" si concentra soprattutto sul Vasari pittore e disegnatore. Ad Arezzo, dal 3 settembre all'11 dicembre 2011 presso la Galleria Comunale d'Arte Contemporanea, promossa da Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo, Camera di Commercio di Arezzo e Soprintendenza per i BAP SAE di Arezzo, si metteranno infatti in luce, anche grazie ad altre iniziative già in calendario, il Vasari ufficiale, al servizio delle principali corti italiane, e quello più intimo; il pittore encomiastico e l'autore di opere di devozione privata; l'eccellente disegnatore e il preciso e organizzato imprenditore capace di imprese impossibili; il collezionista, lo storico dell'arte, teorizzatore e interprete del concetto di "bella maniera moderna", e, infine, il concittadino autore di stendardi e gonfaloni, impegnato nella progettazione della sua città e nella decorazione della sua abitazione, ove egli celebra la Virtù dell'artista: "manifesto programmatico" per i contemporanei e i posteri. Vasari, nonostante i suoi impegni lo portassero spesso lontano da Arezzo, non scordò mai la città ove aveva mosso i primi passi sotto la guida di Guillaume de Marcillat, tanto da volersi collocare nelle Vite, in una "genealogia" di pittori propriamente aretini, comprendente Spinello, Bartolomeo Della Gatta, Piero della Francesca e Luca Signorelli. "Historico, poeta, philosopho e pittore", come lo definì l'Aretino suo grande amico, Giorgio Vasari è famoso nel mondo soprattutto per le due edizioni delle "Vite" (1550 e1568), fonti primarie per la nascita della moderna storiografia artistica, ma continua ad affascinare e riesce ancora a stupire per la poliedrica e straordinaria ricchezza della sua personalità e della sua arte. Qualunque definizione appare riduttiva per chi, come lui, seppe essere testimone e protagonista allo stesso modo del Cinquecento, capace di confrontarsi con i diversi mileux culturali dell'Italia del XVI secolo ma anche con le contraddizioni, le temperie politiche, i gusti e le tendenze dell'epoca; impegnato in un'attività senza eguali nei più vari campi, organizzando e coordinando enormi cantieri e soddisfacendo le più varie richieste della committenza pubblica e privata. Seppe essere anzitutto un uomo di cultura e un artista apprezzato in tutta Italia, letterato ed amico dei maggiori intellettuali del suo tempo. Fu architetto e pittore alla corte di Cosimo I de'Medici, e da "giovane venuto dalla provincia" riuscì a conquistarsi un ruolo chiave nel panorama culturale del tempo e un ricordo imperituro tra i grandi artisti e intellettuali del Rinascimento.

Gino Severini 1883-1966: a Rovereto una mostra sul pittore cortonese


Si intitola 'Gino Severini 1883-1966' la grande mostra che il Mart di Rovereto dedica all'opera e alla figura del pittore cortonese: la presentano, dopo la significativa anticipazione tra aprile e luglio 2011 al Musée de l’Orangerie di Parigi, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e il Musée d’Orsay, dal 17 settembre 2011 all’8 gennaio 2012. Rispetto all’evento parigino, il progetto espositivo a cura di Gabriella Belli e Daniela Fonti amplia notevolmente l’arco cronologico dell’itinerario artistico di Severini. In particolare, si potranno ammirare una serie di opere degli anni Quaranta e Cinquanta, che permettono di approfondire, per la prima volta dopo oltre vent’anni dall’ultima mostra monografica, il complesso intreccio rappresentato dalle diverse tappe della storia artistica di Severini. Una storia intensa e complessa che non si limita alla pittura, ma che è accompagnata da una riflessione teorica, altrettanto importante, come si può cogliere dalla ricca bibliografia a sua firma: “Tutta la vita di un pittore” (1946), “Témoignages. 50 ans de réflexion” (1963) e “Tempo de L’effort Moderne, La vita di un pittore”, libro scritto tra il 1943 e il 1965, ma pubblicato postumo nel 1968. Inoltre, al Mart a Rovereto saranno visibili anche due importanti tele del 1915 non esposte a Parigi: “Lanciers italiens au galop (Lanciers à cheval)”, proveniente dalla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino e “Train de la croix rouge traversant un village”, proveniente dal Guggenheim Museum di New York. La mostra Gino Severini 1883-1966 propone quindi uno sguardo completo e approfondito sull’opera del grande artista italiano che dalla natia Cortona, dopo una parentesi romana, decise di trasferirsi a Parigi per vivere da protagonista un’esistenza dedicata alla pittura. In questo modo, il suo lavoro – dalle straordinarie opere pittoriche alle impegnative riflessioni teoriche – può essere collocato con maggiore consapevolezza al centro delle vicende storiche della cultura artistica europea: dal “prologo divisionista” nella Roma nei primi anni del novecento, fino alla lunga stagione parigina, durante la quale Severini prima affronta un’originalissima interpretazione del Futurismo, poi definisce coraggiosamente il passaggio “Du cubisme au classicisme”, così come recita il titolo del volume da lui pubblicato nel 1921 e infine, si fa protagonista nel secondo dopoguerra, di un percorso à rebours denso di suggestioni, ma anche di affascinanti proposte che anticipano i tempi.

Filippino Lippi e Sandro Botticelli nella Firenze del '400


Una mostra sui trentaquattro anni di attività di Filippino Lippi che mette in risalto la giusta caratura dell'artista pratese accanto al maestro Botticelli: è questo lo scopo dell'esposizione 'Filippino Lippi e Sandro Botticelli nella Firenze del '400', visitabile alle Scuderie del Quirinale fino al 15 gennaio 2012. Un periodo di lavoro, quello in rassegna, fra i più proficui per quantità e qualità di opere - dalle tavole agli affreschi, per giungere ai raffinati disegni su carte colorate, veri e propri capolavori a sé stanti. A differenza dell'ultimo Botticelli, infatti, Lippi fu attivissimo, tanto da trasformare l'iniziale rapporto da allievo in quello di vero e proprio emulo e rivale. La vicenda artistica e umana di Filippino Lippi (Prato 1457 circa – Firenze 1504) è avvincente, si svolge tra Prato, Firenze e altre città nella seconda meta del XV secolo e si incrocia con quella di Sandro Botticelli (Firenze 1445 – 1510): figlio di fra Filippo Lippi (Firenze, 1406 -1469), celebre pittore e frate carmelitano, e della monaca Lucrezia Buti, cresce a Prato e, artisticamente, a Firenze, nella bottega di Sandro Botticelli dove è documentata la sua presenza nel 1472. Chiamato Filippino per distinguerlo dal padre, pittore tra i più famosi e apprezzati del suo tempo, diviene a sua volta un artista di primissimo livello, cui il Vasari riserva nella “Vita” dedicatagli, parole di elogio per il “bellissimo ingegno” e la “vaghissima e copiosa invenzione”.

Confartigianato: in Italia disoccupazione giovanile record

Disoccupazione record in Italia tra gli under 35. Secondo un'analisi dell'Ufficio studi di Confartigianato, sono 1.138.000 gli under 35 senza lavoro.
Ancora piu' alta la disoccupazione tra i ragazzi fino a 24 anni che arriva alla soglia del 29,6% rispetto al 21% della media europea. Peraltro tra il 2008 e il 2011, gli occupati under 35 sono diminuiti di 926.000 unita'.
Il dato peggiora poi se si fa riferimento al Mezzogiorno dove, rispetto alla media nazionale del 15,9%, il tasso sale al 25,1% pari a 538.000 giovani senza lavoro. La Sicilia e' la regione maglia nera, con la maggior quota di disoccupati under 35, pari al 28,1%, seguita da Campania (27,6%), Basilicata (26,7%), Sardegna (25,2%), Calabria (23,4%) e Puglia (23%).

Ultimatum Cnt a Sirte pronti battaglia finale

Jalil, si arrendano entro sabato sera



BENGASI - La battaglia finale in Libia é "imminente". Lo ha annunciato il portavoce militare dei ribelli, Ahmed Omar Bani, a Bengasi, spiegando che "finora non é giunta alcuna proposta di resa pacifica" da parte dei gheddafiani a Sirte. "Il lancio della battaglia finale è imminente. Finora non abbiamo ricevuto nessuna proposta di resa pacifica. Vogliamo che tutti sappiano che siamo pronti militarmente per la battaglia che metterà fine al conflitto", ha dichiarato il colonnello Bani in una conferenza stampa. "Noi continuiamo a cercare una soluzione pacifica, ma sabato impiegheremo metodi diversi di fronte a questi criminali", ha aggiunto sottolineando di essere "sorpresi che gli abitanti di Sirte rifiutino ancora le nostre proposte pacifiche per evitare spargimenti di sangue su entrambi i fronti". Riguardo alle operazione militari previste a Sirte, Bani ha spiegato che "la loro durata non è un problema, l'importante é liberare Sirte". Poco prima il presidente del Consiglio nazionale transitorio libico, Mustafa Abdel Jalil, aveva dato un ultimatum ai lealisti di Sirte, affinché si arrendano prima di sabato.

Manovra: UIL, rigore non sia disgiunto da equità


ROMA - "La grave crisi finanziaria dalle dimensioni planetarie, l'attacco speculativo che, ancora una volta, ha come obiettivo, sullo sfondo, la stessa moneta europea, lo specifico accanimento della speculazione finanziaria sul nostro Paese, prostrato da uno dei debiti pubblici più alti al mondo, in valore assoluto e in percentuale sul Pil, rendono questa fase decisamente grave e preoccupante per l'Italia. In questo quadro, sarebbe stato opportuno che il governo avesse affrontato la delicata e complessa situazione in una condizione non dominata dall'emergenza e con un serrato confronto con le parti sociali, come da noi richiesto. Anche da ciò deriva la pesantezza di alcune delle misure adottate". E' quanto si legge in una nota della Uil.

Papa saluta Spagna, folla oceanica e malori

Testimoniate anche se c'e' rifiuto e indifferenza


dell'inviata Giovanna Chirri

MADRID - I ragazzi che gridano e incoraggiano il Papa, mentre cercano teloni e cappelli per ripararsi dalla pioggia che funesta la veglia, o quelli che in silenzio fino alle quattro del mattino seguono le antiche statue della Via crucis per le strade di Madrid? Quelli che stanno in adorazione in silenzio dopo il temporale o quelli che esultano all'annuncio della prossima Gmg di Rio? Quali sono i giovani che papa Ratzinger si porta nel cuore dopo i trionfali 4 giorni a Madrid, accolto da due milioni di persone, probabilmente l'evento pubblico piu' numeroso nella laicissima Spagna? Senza dubbio sono tutti loro, visto che anche di fronte a un temporale che gli ha inzuppato gli abiti e i fogli dell'omelia, ieri alla veglia, Benedetto XVI e' sempre stato ''deciso e determinato a restare'' e a proseguire l'incontro con l'adorazione eucaristica, come ha raccontato il portavoce Federico Lombardi: ''Una bella prova di costanza, impegno, pazienza e coraggio, - ha commentato Lombardi - visto che la vita e' fatta anche di qualcosa di imprevisto, di dover affrontare qualcosa di nuovo''.

Tra i Calanchi di Piana

Nel nordovest della Corsica alla scoperta di spiagge incantevoli e di antiche torri genovesi


di Ida Bini

Rosa, arancio, porpora, scarlatto, viola: tutte le tonalità e le sfumature del rosso si concentrano in uno spettacolare angolo della Corsica, sulla muraglia di granito dei Calanchi di Piana, a sud di Porto, sul versante occidentale dell'isola. E' una tormentata foresta di rocce rosse, alta anche 300 metri, che regala un paesaggio emozionante sia per chi arriva dal mare sia per chi lo ammira dal golfo della cittadina di Porto. I Calanchi sono punteggiati da tafoni, cavità e grotte erose dal vento e dall'acqua che conferiscono alle falesie un aspetto strano, unico, bellissimo. Sopra le scogliere, ricoperte di una vegetazione fitta, vivono indisturbati rondini delle rocce, tordi, capinere, passeri e fringuelli.

Tour tra i vigneti della Valpolicella

In Veneto alla scoperta delle più prestigiose cantine a nord-ovest di Verona e dei loro grandi vini

di Ida Bini

Alle pendici dei monti Lessini le morbide colline a nord-ovest di Verona sono ricoperte di vigneti già carichi di grappoli d'uve pregiate. Nel cuore del Veneto, la Valpolicella, area racchiusa dalle tre valli di Negrar, Marano e Fumane, è terra di grandi rossi apprezzati nei migliori ristoranti del mondo – l'Amarone e il Recioto, in particolare, - ma anche di ottimi vini quotidiani da tavola. Questa generosa terra veneta, a due passi dal lago di Garda, era coltivata a vite già in epoca romana, quando per la prima volta venne chiamata vallis polis cella - Valpolicella - cioè valli dalle molte cantine, segno che la viticoltura era già un'attività molto diffusa.

Sesto, i masi contadini e il free climbing

Itinerario per chi ama vivere la montagna d'estate


In coppia spesso si litiga per la scelta mare/montagna. Mettendoci per una volta dalla parte dei montanari (siamo spudoratamente marofili), eccoci a Sesto, uno dei cinque comuni del Consorzio Turistico Alta Pusteria (www.altapusteria.info, www.sesto.net). Collocato nella parte orientale dell'Alto Adige, incanta per i tradizionali masi contadini su lievi pendii. Questa pittoresca destinazione che si estende su una superficie di 80 km², caratterizzata da vaste distese di larici, fitti boschi d'abeti rossi e tappeti di rododendri, si trova ai piedi delle magnifiche Tre Cime di Lavaredo a 1.310 metri.

Sciami di insetti-robot realizzano l’idea di Leonardo Da Vinci

Protagonisti al congresso mondiale a Milano


Sciami di piccoli insetti-robot capaci di volare con ali battenti, proprio come aveva immaginato Leonardo Da Vinci quasi cinque secoli fa, sono i protagonisti più bizzarri del congresso mondiale della Federazione Internazionale per il Controllio Automatico (Ifac), che per la prima volta approda in Italia, a Milano, per una settimana all'insegna della scienza e della tecnologia a cui parteciperanno oltre 2.700 esperti da tutto il mondo.

La particella di Dio è alle strette

Nuovi dati del Cern riducono il raggio delle ricerche

Si stringe il cerchio intorno alla particella di Dio, l'inafferrabile bosone di Higgs grazie al quale esiste la massa.
Esattamente un mese fa sia il Cern di Ginevra sia il Fermilab di Chicago avevano annunciato che si riduceva l'area in cui andare a cercare la piu' sfuggente delle particelle e oggi due esperimenti del piu' grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern, riducono ancora il campo e raddoppiano le possibilita'. La scoperta che potrebbe cambiare la fisica e' ormai molto vicina. Potrebbe essere una questione di pochi mesi, o forse perfino di settimane. I nuovi dati sono stati presentati dai ricercatori del Cern nella conferenza internazionale sulla fisica delle particelle in corso in India, a Mumbai, fino al 27 agosto.
Per il direttore scientifico del Cern, Sergio Bertolucci ''che ci sara' una scoperta nei prossimi 12 mesi e' quasi una certezza. Se il bosone di Higgs esiste, gli esperimenti dell'Lhc lo scopriranno, se non ci sara', allora questo sarà il punto di partenza per una nuova fisica''.

Galassie a corto di gas, meno stelle

Studiosi australiani hanno scrutato il passato dell'universo

Le galassie hanno meno gas di quanto ne avessero quando l'universo era più giovane e questo spiega perché nascano meno stelle. Lo hanno scoperto astronomi australiani che hanno scrutato l'universo dal radiotelescopio Mopra presso Coonabarabran. Guidati dall'astronomo Robert Braun dell'Ente nazionale di ricerca Csiro, gli studiosi hanno confrontato le galassie attuali con quelle di 3 e 5 miliardi di anni fa ed hanno concluso che le galassie più antiche contenevano molto più hidrógeno.

Prima trasmissione video 3D dallo spazio

Anche italiani tra i creatori della nuova videocamera dell'Esa

MILANO - Prima diretta video in 3D dallo spazio. Le immagini, che mostrano l'interno della Stazione Spaziale Internazionale, sono state riprese lo scorso 6 agosto da una nuova videocamera stereoscopica ad alta definizione, sviluppata dall'Agenzia spaziale europea (Esa) grazie anche al contributo di ricercatori italiani. I video 3D ripresi con la ERB-2 sviluppata da Techno System (Napoli, Italia) e da Cosine BV (Leida, Paesi Bassi) saranno presto sul nuovo canale 3D dell'Esa su Youtube.

Il massaggio diventa psicologico

Le spa sono sempre più olistiche. A Borgo Egnazia in Puglia, l'approccio punta sulle emozioni

 
Una spa molto attenta alla psicosomatica. Così si definisce Vair (“Vero”, in dialetto pugliese) Spa, l’area benessere di Borgo Egnazia a Savelletri di Fasano (Brindisi, www.borgoegnazia.com) che vanta uno staff composto da naturopati, psicologi, counselor, psicoterapeuti e docenti di estetica, tutti originari della zona. Perché la Puglia è il punto di partenza di un percorso wellness autentico fatto di trattamenti naturali (dal nome rigosamente in pugliese) che si ispirano alla tradizione locale.

“Abbiamo aggiunto al nostro staff anche un’altra figura: la psicologa-massaggiatrice - dice Patrizia Bortolin, direttrice di Vair Spa – Il momento del massaggio è molto intimo: la persona affida all’operatore non soltanto il corpo, ma anche le emozioni e i pensieri più profondi”. In questo caso il terapeuta entra in sintonia con chi riceve il trattamento, coglie diversi segnali, dalle contratture alle manifestazioni cutanee, che denotano altri disagi. In questo modo può fornire indicazioni al cliente che possono aiutarlo a intraprendere un iter di approfondimento emotivo, anche una volta rientrato in città.

Al via bacheca elettronica donazioni sangue

Grazzini (Centro nazionale sangue), sostenere donazioni



Viaggia sul web, con dati accessibili 24 ore su 24 anche sui Blackberry degli operatori dei Centri regionali Sangue, la geografia delle eccedenze e delle carenze di sangue regione per regione.

Una nuova iniziativa, quella della bacheca elettronica, avviata il 24 giugno dal Centro Nazionale Sangue, per il monitoraggio informatico degli scambi necessari per le trasfusioni, circa 6mila - 7mila unita' di globuli rossi, per soddisfare su tutto il territorio nazionale il fabbisogno giornaliero di sangue. Ad annunciarla il direttore generale del Centro Nazionale Sangue Giuliano Grazzini.

''Si tratta di uno strumento di facilitazione nel reperimento del sangue in una estate in cui non si stanno evidenziando emergenze - ha detto Grazzini - ma in vista del Ferragosto, e dei giorni di vacanza di massa, occorre tenere alta la guardia, perche' d'estate i malati cronici rimangono tali, i talassemici anche, ma aumenta la traumatologia per incidenti su strada. Non siamo assolutamente in emergenza; la nuova rete web, a detta degli operatori regionali, funziona, e vengono garantiti i trapianti, la chirurgia, con qualche piccola attesa - ha ammesso - per i pazienti cronici. Ma e' bene sollecitare, come ha fatto ieri l'assessore toscano al Diritto alla Salute Daniela Scaramuccia, le donazioni sia dei donatori abituali, 1,7 milioni in Italia, che di nuovi volontari (maggiorenni fino a 65 anni di eta', con peso pari almeno di 50 Kg, in stato di salute normale) che possono fare una bella esperienza. Tantopiu' in tempi di crisi e disagio sociale quando si dimentica troppo facilmente la solidarieta'''. (ANSA)

Tumori: caffeina in crema solare riduce rischio

Inibisce una proteina chiamata Atr, in grado di individuare i danni al Dna


La caffeina serve a proteggere la pelle dai danni del sole e a prevenire quindi il tumore alla pelle. E' quanto emerge da uno studio sui topi pubblicato dalla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences.

La caffeina inibisce una proteina chiamata Atr, in grado di individuare i danni al Dna. Gli studiosi della Rutger University (Usa) hanno quindi modificato geneticamente alcuni roditori in modo che non producessero nella loro pelle nessuna Atr. I topo sono quindi stati esposti ai raggi ultravioletti tre volte alla settimana per 40 settimane. I topi senza Atr hanno sviluppato il primo tumore tre settimane dopo i topi normali e dopo 19 settimane i topi senza Atr avevano il 68% di tumori in meno rispetto a quelli normali. Gli studiosi concludono quindi che ''l'applicazione di caffeina potrebbe essere utile nella prevenzione dei tumori alla pelle indotti da raggi ultravioletti''. Ma dato che l'applicazione della caffeina alla pelle di una persona su una spiaggia non e' la stessa cosa che modificare i geni dei topi, ulteriori ricerche sono necessarie prima che sugli scaffali arrivi la crema alla caffeina. (ANSA)

Salute, Italiani consumano troppo sale

Appello a Onu, serve riduzione globale consumo di sale

Altro che dieta mediterranea.L'Italia, sempre più obesa, è uno tra i paesi che consumano più sale al mondo, in media ben 10,8 grammi al giorno (12 gli uomini e 10 le donne). In Europa pochissimi paesi, l'Ungheria per esempio, si comportano peggio di noi. In realtà per vivere basterebbe un grammo di sale al dì.
A dare questa istantanea delle cattive abitudini alimentari in Italia è il professor Francesco Cappuccio che lavora in Inghilterra presso la Warwick University. Cappuccio ha spiegato che solo il 20% del sale assunto è di condimento, l'80% ci arriva a casa direttamente con gli alimenti che riportiamo dal supermercato. Ed è per questo che a pochi giorni dalla riunione delle Nazioni Unite a New York per stabilire le priorità della salute pubblica per i prossimi 10 anni, spiega Cappuccio, che "abbiamo deciso di fare un appello ai Governi affinché adottino misure in favore della riduzione del consumo di sale delle popolazioni", ricordando che il "sale uccide", perché è uno dei principali responsabili delle malattie cardiovascolari. (ANSA)

Incendi: online mappa Europa, Italia in rosso

Attivo sistema europeo di informazione su incendi boschivi


Si chiama 'European forest fire information system' o più semplicemente Effis: è il sistema europeo centralizzato di informazione sugli incendi boschivi, con previsioni di rischio nell'arco di sei giorni in base al meteo. Sul sito online (http://effis.jrc.ec.europa.eu) è possibile seguire la mappa degli incendi in Europa, con il Mediterraneo sempre sotto i riflettori.

L'Italia in questo periodo è costantemente di colore rosso, il che rappresenta un alto rischio roghi. Proprio nella stagione estiva, da giugno a settembre, le mappe del pericolo incendi vengono inviate ai servizi di protezione civile e forestale dell'Ue. Ad essere in pericolo è anche la natura protetta. L'anno scorso, fino a settembre 2010, la rete dei siti di Natura 2000 dell'Ue ha perso 56.164 ettari, che equivale al 33,5% di tutto il territorio andato in fiamme. Secondo i dati di Effis del 2010, l'Italia ha avuto un picco di pericolo a metà luglio e poi alla fine di agosto. Nell'Unione europea il paese maggiormente colpito l'anno scorso è stato il Portogallo, che all'inizio di settembre contava 115.732 ettari di terreno in fumo. Sull'area totale, sono bruciati circa 41.417 ettari di siti protetti comunitari della rete Natura 2000, cioé circa il 35,8%. In questa classifica, l'Italia si aggiudica il secondo posto con 27.463 ettari in fumo fino a settembre.

Rara specie crostaceo trovata in laghi parco Gran Paradiso

AOSTA - Esemplari di Daphnia middendorffiana, un piccolo crostaceo d'acqua dolce che vive nella tundra artica e si spinge fino alle latitudini più estreme, sono stati trovati nei laghi alpini del Parco nazionale del Gran Paradiso.

La curiosa scoperta è stata fatta da ricercatori durante le consuete rilevazioni ecologiche negli specchi d'acqua dell'area protetta, in particolare nel lago superiore del Nivolet, nei laghi Trebecchi e nel lago Lillet. Ad individuare il raro crostaceo è stato Rocco Tiberti, dottorando dell'Università di Pavia, che dal 2006 collabora con il Centro Studi Fauna Alpina del Parco. "Come queste dafnie siano arrivate fino al Parco è una storia complicata che probabilmente si perde nei cicli millenari delle glaciazioni - spiega Tiberti - ma alcune recenti tecniche molecolari potrebbero decifrare le informazioni contenute nel Dna e ricostruire le tappe di questo viaggio incredibile. Alcuni campioni sono già stati processati e,incrociando le dita, presto avremo qualche anteprima".

Ecco generatore acqua potabile da atmosfera

Ecoloblue utilizza l'aria portata a condensazione

ROMA - Un generatore d'acqua potabile che utilizza l'aria portata a condensazione e che in alternativa si trasforma anche in macchinario in grado di trattare l'acqua salata o piovana.
L'apparecchio si chiama Ecoloblue ed e' stato realizzato sia per uso domestico (30 litri) che industriale (200 litri) e puo' essere alimentato anche da pannelli solari. L'aria passa attraverso particolari filtri (osmosi, ultravioletti, antibatterici) diventando acqua potabile, alla quale si possono aggiungere sali minerali.
In alternativa alla possibilita' di ricavare acqua dalla condensazione dell'aria, c'e' quella di ''purificare'' quella piovana o di desalificare quella salata rendendola potabile.
''Si tratta di un macchinario importante soprattutto se si pensa a quanti problemi idrici potrebbe risolvere in particolare nel Sud del nostro paese e quanto risparmio di denaro sarebbe possibile: basti pensare che lo Stato ogni anno spende quasi 28 milioni di euro per portare l'acqua nelle isole minori della Sicilia'', conclude Montesi. (ANSA)

L'italiano "green"? E' donna, ha 35-54 anni

Ha un diploma e vive al Nord, 9 italiani su 10 adottano almeno 5 comportamenti ecosostenibili
 
E' donna, vive al Nord, ha un diploma e un'età compresa 35 e i 54 anni. Questo l'identikit dell'italiano eco-sostenibile che emerge da un'indagine effettuata da Fondazione Impresa su 600 persone. L'88,3% degli italiani, spiega la ricerca, adotta almeno cinque comportamenti ecosostenibili, mentre solo il 10,5% ritiene che le proprie abitudini e le scelte di consumo incidano poco o per niente sull'ambiente. Il 94,8% evita gli sprechi d'acqua, l'88,8% utilizza lampadine a basso consumo, l'84,5% acquista cibi di stagione o biologici, l'82,5% limita l'uso dell'impianto di riscaldamento o di raffreddamento e il 75% effettua la raccolta differenziata.
Relativamente pochi invece utilizzano i mezzi di trasporto pubblico o la bicicletta (58,6%) , e ancora meno sono quelli che scelgono il car sharing (33,0%) e l' acquisto di prodotti sfusi (31,5%). Gli accorgimenti green più utilizzati sono quelli che fanno parte della sfera domestica, spiegano i ricercatori, mentre quelli "fuori casa", come l'utilizzo dei mezzi pubblici o della bicicletta, faticano a imporsi". Ma una speranza per il futuro c'é: il 13,4% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che attualmente non acquista prodotti sfusi ma si è detto disposto a farlo, ll'11,3% ha detto lo stesso per l'utilizzo dell'automobile in condivisione e il 10,8% per la raccolta differenziata. (ANSA)

La Spezia, a settembre la terza edizione di “Lerici Legge il mare”

LA SPEZIA - Il 16, 17 e 18 settembre, nel Golfo dei Poeti, torna 'Lerici Legge il mare', la rassegna di letteratura e cultura marinaresca promossa dal Comune di Lerici (La Spezia) e Stl Lerici in collaborazione con la Societa' Marittima di Mutuo Soccorso e Mursia.

Tema dell'edizione 2011 e' 'Fratelli di mare, fratelli di costa', in una rotta ideale da Lampedusa all'Islanda all'insegna della solidarieta', dell'incontro tra culture, delle sfide umane e sportive. Ospiti d'onore di questa terza edizione Andrea Mura, velista dell'anno 2010, primo italiano a vincere la 'Route du Rhum' e lo scrittore islandese Stefan Mani, autore di Nero Oceano (Marco Tropea).

Oltre cinquanta gli appuntamenti con gli scrittori che si tengono a Lerici, a Tellaro e a San Terenzo. Venti le crociere letterarie con presentazioni di libri a bordo di barche d'epoca (le golette Oloferne e Lady Lauren e il leudo Zigoela) che accoglieranno lettori e scrittori tra i quali Alfredo Giacon, Andrea Cappai, Solen de Luca, Camillo Arcuri, Donatello Bellomo, Enrico Cernuschi, Simone Perotti, Lilla Mariotti, Mario Dentone. (Adnkronos)

La Vespa e il cinema, un matrimonio straordinario

di Cristiano Camera


"Un matrimonio straordinario, incredibilmente felice e intenso, indissolubile nei decenni, capace di rinnovarsi continuamente e di creare emozioni ad ogni latitudine": non stiamo parlando del rapporto fra un uomo e una donna, ma di quello fra la Vespa e il cinema. Roberto Colaninno lo descrive così nelle pagine introduttive del volume 'La Vespa e il Cinema', realizzato in occasione della mostra omonima che si è tenuta a Pontedera. Parole piene di passione, quelle del presidente del Gruppo Piaggio, e che, benché autorevoli, sono quelle dette soltanto da uno fra le tante persone nel mondo che hanno amato lo scooter italiano. Sfogliare pagina dopo pagina il catalogo è come compiere un viaggio tra film, pubblicità, locandine e fotografie che hanno come protagonista un mito che, dopo sessant'anni di vita, "resta ancora oggi aggiunge Colaninno - il simbolo della creatività italiana e un esempio unico di 'immortalità' nella storia del design industriale. Vespa non appartiene più soltanto al mondo della mobilità: è la storia di un fenomeno-simbolo del costume globale". Insomma, la Vespa non solo è uno dei simboli del Made in Italy, ma rappresenta l'italianità nel mondo, non solo per i 20 milioni di esemplari prodotti, ma anche per la sua massiccia presenza nelle pellicole cinematografiche, a partire dagli anni della Dolce Vita, dove a guidarla, in 'Vacanze romane', erano nientemeno che Gregory Peck e Audrey Hepburn. "Un oggetto di culto, protagonista del cinema nazionale e internazionale", come Pier Marco De Santi - critico cinematografico e curatore della mostra - definisce "quello che è stato il fiore all'occhiello della motorizzazione a due ruote dei lavoratori italiani e della classe operaia del dopoguerra, dell'Italia del boom economico, dei grandi mutamenti sociali degli anni Sessanta e Settanta, del jet-set degli anni Ottanta, del mondo giovanile dei Novanta e di questa prima decade del Duemila, continua a vivere ancora oggi sugli schermi la sua modernità, la sua attenzione, la sua attualità, il suo fascino".